Obiettivi e figure professionali

Obiettivi formativi

Il Corso metterà in grado i laureati di insegnare, rivisitare, adattare e valutare attività motorie individuali e gestire gruppi che svolgono attività educative, compensative, adattative, ludico-ricreative, sportive, di fitness e, in genere, finalizzate al mantenimento del benessere psico-fisico nell'ottica della promozione di stili di vita attivi.

In particolare, permetterà ai laureati di:

  • padroneggiare le conoscenze e gli strumenti culturali e metodologici necessari per condurre programmi di attività motorie e sportive a livello individuale e di gruppo;
  • conoscere e applicare le tecniche motorie a carattere preventivo, compensativo, adattativo e le tecniche sportive;
  • conoscere e applicare le tecniche e le metodologie di misurazione e valutazione dell'esercizio fisico;
  • promuovere l’etica sportiva e una partecipazione rispettosa dei diritti, in particolare dei minori, ed esente dall'uso di pratiche e sostanze potenzialmente nocive alla salute;
  • possedere le basi pedagogiche, psicologiche, didattiche e di ricerca educativa per promuovere motivazioni adeguate a uno stile di vita attivo;
  • conoscere le basi biologiche e la biomeccanica del movimento;
  • adottare le tecniche e gli strumenti utili per il potenziamento e la tonificazione muscolare;
  • essere in possesso di conoscenze psicologiche e sociologiche di base;
  • riconoscere le fonti storico-filosofiche e possedere conoscenze di base giuridico-economiche relative alla gestione delle diverse forme di attività motorie e sportive;
  • acquisire un’adeguata preparazione per accedere alle classi di laurea magistrale per la formazione degli insegnanti di educazione fisica nelle scuole secondarie di primo e secondo grado;
  • utilizzare in modo efficace i più comuni strumenti di elaborazione e comunicazione informatica;
  • utilizzare almeno una lingua straniera.
Sbocchi occupazionali professionali

La figura che si intende costruire è quella del professionista delle attività motorie e sportive.

I principali sbocchi occupazionali, come libero professionista o lavoratore dipendente, sono:

  • allenatore, istruttore, preparatore atletico, tecnico, collaboratore o gestore presso società sportive a tutti i livelli;
  • laureato esperto nelle attività motorie presso strutture scolastiche in attività integrative e extracurricolari;
  • educatore motorio e sportivo presso organizzazioni sportive e dell'associazionismo ricreativo e sociale che si occupano di disabilità, marginalità, fragilità sociale e disagio;
  • laureato esperto in scienze motorie, allenatore, tecnico presso enti e organizzazioni che si occupano della promozione della salute e di stili di vita attivi con particolare riferimento ai soggetti a rischio o fragili;
  • personal trainer e figure affini, collaboratore o gestore presso palestre, centri fitness, centri benessere, piscine;
  • animatore, istruttore, personal trainer presso strutture turistiche
  • collaboratore o gestore presso enti e strutture che si occupano di promozione dello sport e del movimento;
  • collaboratore, gestore presso aziende produttrici e distributrici di prodotti e servizi legati al mondo dello sport e dell'attività motoria.
     

In questi ambiti lavorativi, il laureato si troverà a collaborare con figure professionali a diversi livelli (tecnici, allenatori, istruttori, preparatori atletici), con direttori di centri sportivi, manager di associazioni e di cooperative, medici e operatori sanitari, insegnanti, educatori professionali, psicologi, referenti di vari settori degli enti locali.